. . . . . . . . . . . . .


       
       
       
LA CITTA' LINEARE

   
   
   
   
   
   
   
   
   
STRADA DI CLASSE C2 DI COLLEGAMENTO BARAGIANO SCALO – AVIGLIANO – SVINCOLO SAN NICOLA SULLA AUTOSTRADA LAURIA – MELFI – CANDELA

1) PREMESSA
La presente proposta progettuale nasce dall’esigenza di risolvere il problema dell’isolamento di diversi centri urbani che, allo stato attuale, sono tagliati fuori dalle grandi arterie di comunicazione provinciali, regionali e nazionali.
Le aree interessate da tale studio ricadono nei comuni di Balvano, Baragiano, Ruoti, Avigliano, Pietragalla, e Filiano che attualmente sono servite da strade realizzate circa 50 anni or sono e che, ad oggi, non hanno avuto nessun miglioramento ed adeguamento, anche nel rispetto del nuovo codice della strada, tanto da rendere difficile ogni forma di iniziativa e di sviluppo economico.
La mancanza di una adeguata comunicazione delle suddette aree è tra le cause del degrado economico e sociale che da diversi anni si registra nelle nostre comunità. La scelta di questa direttrice scaturisce dall’esigenza di collegare in maniera diretta tre insediamenti industriali già esistenti e ben consolidati (Balvano, Baragiano Scalo e San Nicola), conseguendo allo stesso tempo l’obiettivo di togliere dall’isolamento Muro Lucano, Baragiano, Bella, Ruoti e Avigliano e tutti gli altri insediamenti urbani che gravitano su tali paesi.
Del resto questa scelta trova piena corrispondenza nelle linee individuate dal piano infrastrutturale regionale vigente.
Ulteriore e non meno significativa esigenza è quella di congiungere le aree in questione con la nuova autostrada Lauria - Melfi - Candela, che collegando direttamente l’Adriatico con il Tirreno, consentirà opportunità e sviluppo economico alle comunità interessate.

2) CARATTERISTICHE TECNICHE DELLA STRADA
I parametri di progetto della strada sono :
- Tipo C2 : Larghezza della carreggiata pari a 9.50 m, di cui 3.50 m le corsie e 1.25 m le banchine;
- Intervallo Velocità di progetto: 60 - 100 Km/h
- Pendenza massima delle livellette: 7%
- Raggio minimo di curvatura planimetrico: 118 m

La scelta progettuale del tipo di strada C2 deriva dalla necessità di adeguarsi alle sezioni stradali di tratti già esistenti ( tratto Bancone – Tiera e Svincolo San Vito di Avigliano ), inseriti e recuperati nel tracciato proposto nel presente studio.

3) SVILUPPO DEL TRACCIATO
Il tracciato che si propone parte da Baragiano Scalo nel nodo dove convergono la strada per Potenza e la strada di servizio dell’area industriale di Baragiano che, dopo averla attraversata completamente, si collega alla strada Balvano – Calitri, già fruibile verso Balvano ed in corso di completamento verso Muro Lucano e Calitri e da questo punto, con una galleria, sottopassa la strada per Baragiano Paese e la ferrovia e prosegue lungo la fiumara di Avigliano per arrivare ad Isca della Botte.
Dalla fiumara il tracciato sale verso Ruoti con una pendenza inferiore al 7%, limite massimo consentito per il tipo di strada in progetto.
Per superare le asperità del terreno in tale tratto, che tra l’altro presenta dei fenomeni di movimenti gravitativi per i quali occorre provvedere alla realizzazione di opere di salvaguardia a monte e a valle della strada, con un viadotto si scavalca la fiumara di Ruoti e ci si immette lungo il vecchio tracciato della ex strada provinciale al di sotto del campo sportivo di Ruoti.
Con una intersezione sfalsata si supera la statale n. 7 e si prosegue riprendendo, grossomodo, la strada esistente che da Ruoti porta a San Rocco Spinosa.
Da questa frazione con un viadotto si scavalca il vallone dell’Inferno e ci si innesta sulla già esistente strada che porta allo svincolo di San Vito di Avigliano.
Con una galleria lunga approssimativamente 1800 m e pendenza intorno al 5%, si superano circa 100 m di dislivello e si giunge sulla già esistente strada che da Bancone porta a Tiera di Avigliano oltre lo spartiacque di Serra Ventaruli, che funge da barriera naturale. Qui si verrebbe a creare uno svincolo che da un lato si collega con la strada provinciale per Potenza e quindi con la zona industriale di Avigliano e dall’altra prosegue verso Tiera. Apportando dei miglioramenti alla strada esistente con interventi di media entità, si attraversa il torrente Santa Tecla, utilizzando il viadotto esistente, e subito dopo si abbandona questa strada e si risale, con un nuovo tracciato a mezza-costa, fino a raggiungere la strada provinciale Appula n. 6.
All’altezza del bivio per Badia Sant’ Angelo il tracciato, con una breve galleria, esce a Valle della Frazione e si immette definitivamente sulla vecchia statale n.93 nei pressi della località Cappelluccia, nel Comune di Pietragalla dove è previsto lo svincolo n. 3 - San Nicola della Autostrada Lauria - Melfi – Candela e, più a valle il futuro collegamento con Acerenza e quindi con Bari.
   
       
    SCARICA IL DOCUMENTO    
       

     
Copyright 2011 - 2017 Politeiaonline.it - All rights reserved - developed by Domenico Cantalupo   -   il tuo IP: 54.227.127.109